mercoledì 14 novembre 2007

ANGELO NERO

- Ieri mi è morto un bimbo di sei mesi tra le braccia…-
Mi girai verso la ragazza sconosciuta affianco a me. Stavamo entrambe appoggiate ad un parapetto di cemento, fumando.
-Si, sai, così piccolo non mi era mai capitato. -
- Ma, com'è successo?-
-Stava giocando con il padre, all'improvviso ha cominciato a vomitare, è diventato bianco e si è fermato il cuore.
Il fumo delle sigarette faceva degli strani disegni nell'aria tersa del mattino.
- Ma stava già male?-
- Aveva avuto un intervento al cuore appena nato, ma era andato tutto bene dopo.-
- Uno si augura di non vivere mai queste cose!-
Un orrendo luogo comune mi uscii da questa boccaccia!
- Quando ti succedono queste cose, te le porti dentro per un bel po', finché respiri, credo-
- Ma sei un medico?-
- No un'infermiera, lavoro a Tor Vergata, reparto Terapia Intensiva-
- Ah, capisco, ne vedrai di tutte i colori?!-
- Già, ma non questa.-
Dovrei tagliarmela questa lingua!
- Scusami lo sfogo, è stata una nottataccia, ma tu che ci fai qui sopra alle cinque del mattino?
- Sono insonne, per non mettermi a guardare la tele, o a stirare, vengo quassù e ammiro il panorama. E' bello!
- E tu?-
- Ho fatto la notte, stavo rientrando a casa, abito al terzo piano-
- Io all'ultimo e non ci siamo mai incontrate!-
- Hai una bella vista anche da lì?-
Per la prima volta mi sorrise.
- Si, ma da casa non è la stessa cosa e poi rischio di svegliare i bambini!
- Sei sposata, hai figli?-
Cominciavo a sentire un po' di freddo.
- Si…- Rispose
-Quel bambino era mio figlio, è morto questa notte.-
Il freddo fu totale.
- Io scendo un attimo a prendere un plaid.-
- Va bene -
M'incamminai verso la porta del lucernaio.
-Ne vuoi uno pure te?-
Mi guardai intorno, sparita. Fissai lo sguardo alla balaustra di cemento.
-Senti freddo anche tu, vero?-

3 commenti:

Amor ha detto...

olvidar el frío, es lo único necesario, cerrar los ojos al frío e imaginar con fuerza el calor

:-)

amor

Yamilka Noa ha detto...

Cara Daniela,

Que historia tan excelente. Concisa pero con una trama profunda.

Me gustan tus relatos.

Saludos desde Costa Rica.

Marlene ha detto...

mi hai fatto venire la pelle d'oca.